Post in evidenza

Il cartone animato per bambini più bello del mondo

Sicuramente è uno dei più bei cartoni animati per bambini del mondo. PRESENTAZIONE DI SKINNY E DEL SUO MONDO Skinny è un piccolo del...

2015-09-24

Come si usano e cosa sono i Server proxy


Vuoi raggiungere un sito che normalmente non è raggiungibile dall'Italia o semplicemente non vuoi lasciare tracce del tuo passaggio su un determinato sito Internet? Prova a usare un server proxy.
I proxy, per dirla in maniera molto semplice, sono dei computer remoti che si interpongono fra il nostro PC e i siti che vogliamo visitare consentendoci di camuffare la nostra reale posizione geografica (es. facendoci risultare negli USA o in altri Paesi) e il nostro indirizzo IP.
Ci sono diversi modi per avvalersi di questi “intermediari” del Web: quello più semplice consiste nell’utilizzare dei servizi online che permettono di fare tutto direttamente dal browser, senza configurare alcunché. In alternativa si possono consultare delle liste di server pubblici e configurarne manualmente l’utilizzo nelle impostazioni di Windows o Mac OS X. Ecco tutto in dettaglio.
Cominciamo dai server proxy che funzionano direttamente dal browser e non necessitano di alcuna operazione da parte dell’utente, i cosiddetti Web proxy. Fra i più famosi e affidabili c’è HideMyAss che puoi utilizzare facilmente collegandoti alla sua home page, scorrendo la pagina fino e in fondo e digitando l’indirizzo del sito da visitare nel campo di testo situato sotto la dicitura OR TRY OUR LIMITED FREE PROXY.
Clicca quindi sul pulsante Hide my ass e attendi che la pagina da visualizzare venga caricata (tieni conto che la navigazione tramite proxy è abbastanza lenta). Se vuoi, cliccando sulla voce SHOW ADVANCED OPTIONS puoi anche selezionare il server attraverso cui camuffare la connessione e impostare la disattivazione di contenuti in Javascript e Flash.
Un altro servizio di Web Proxy che ti consiglio di prendere in considerazione è FilterBypass che presenta dei comodi pulsanti di accesso rapido a servizi come YouTube, Facebook e Twitter. Il suo funzionamento non è dissimile da quello di HideMyAss.
Tutto quello che bisogna fare è digitare l’indirizzo del sito da visitare nell’apposito campo di testo e cliccare sul pulsante Surf. Selezionando o deselezionando le voci collocate sotto la barra degli l’URL è possibile attivare o disattivare script, cookie e navigazione cifrata.
Se preferisci configurare manualmente l’uso dei proxy, devi innanzitutto procurarti gli indirizzi dei server da utilizzare per la tua connessione recandoti su siti Web come HideMyAss (sezione Proxy List) e NordVPN sui quali puoi trovare liste sempre aggiornate di server proxy gratuiti disseminati in tutto il mondo.
Da notare che per ogni server va impostata anche una porta da utilizzare per la connessione e che sono disponibili server di diverso tipo, come HTTPHTTPS eSOCKS4/5. Fai molta attenzione a tutte queste caratteristiche per la configurazione di Windows e Mac OS X, altrimenti la connessione non funzionerà. Ed ora ecco quello che devi fare.

Windows

Per configurare un proxy su Windows, vai nel Pannello controllo e seleziona prima la voce Rete e Internet e poi quella Opzioni Internet. Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Connessioni, fai click sul pulsante Impostazioni LAN e apponi il segno di spunta accanto alla voce Utilizza un server proxy per le connessioni LAN.
A questo punto, clicca sul pulsante Avanzate, rimuovi il segno di spunta dalla voce Utilizza lo stesso server proxy per tutti i protocolli e compila i campi con indirizzo e porta del tipo di server che intendi configurare (es. HTTP o Socks). Infine clicca su OK per salvare le impostazioni e dovresti poter navigare via proxy in tutti i browser.



Mac

La configurazione di un server proxy su OS X è ancora più semplice. Tutto quello che devi fare è aprire Preferenze di sistema, cliccare sull’icona del Network, selezionare il nome della connessione in uso (es. Wi-Fi) e premere il bottone Avanzate.
A questo punto, seleziona la scheda Proxy, apponi il segno di spunta accanto alla voce relativa al tipo di proxy da usare (es. Proxy SOCKS oppure Proxy Web (HTTP)), compila i campi relativi a indirizzo e porta e clicca su OK per salvare le impostazioni.
Per testare il funzionamento di un proxy, apri il browser e prova a visitare siti come WhatIP: se tutto è andato per il verso giusto il tuo PC verrà rilevato come connesso da un Paese estero.
Al termine della tua sessione di navigazione “segreta”, per disattivare l’uso del proxy non devi far altro che tornare nelle schermata del pannello di controllo di Windows e delle preferenze di sistema di OS X e rimuovere la spunta dalle voci che hai attivato in precedenza.