Post in evidenza

Il cartone animato per bambini più bello del mondo

Sicuramente è uno dei più bei cartoni animati per bambini del mondo. PRESENTAZIONE DI SKINNY E DEL SUO MONDO Skinny è un piccolo del...

2015-09-27

Conviene comprare casa in GRECIA ?

Conviene acquistare una casa in Grecia ? 

Alla luce degli ultimi eventi in Grecia, il mercato immobiliare della Grecia è il più appetibile del momento: ecco quanto e perché conviene acquistare casa lì

Dopo che la paventata uscita dall’euro di Atene è stata risolta dall’accordo con l’Europa, la Grecia torna ad essere una delle mete più ambite da chi vuole acquistare casa all’estero. E bene sì, la Grecia è al momento il mercato degli immobili più florido per i futuri acquirenti: le difficoltà economiche in cui versano moltissime famiglie greche si stanno traducendo in una notevole convenienza in termini di prezzi, per non parlare dei bassi costi della vita, del mare e dello straordinario patrimonio artistico e culturale di questa nazione così simile alla nostra in diversi aspetti.
Quanto conviene acquistare casa in Grecia? Secondo gli ultimi dati di Scenari Immobiliari, è possibile comprare casa con una media di minimo 1.000 euro al metro quadrato, ma non è così impossibile trovare anche immobili da 100 mq con un prezzo di vendita inferiore a 30.000 euro, soprattutto nella capitale. I prezzi aumentano notevolmente nelle isole più famose, come Mykonos e Santorini, dove si registrano i valori massimi, più di 3.000 euro al mq. Le isole greche più piccole, come Rodi e Corfù, offrono invece occasioni a partire da 700-1.000 euro al mq per arrivare a 2.600 euro.



Secondo lo studio di Scenari Immobiliari, gli italiani che comprano un appartamento all’estero sono in aumento del 9,5%, percentuale destinata ad aumentare sulla base di una stima di ben 50.300 immobili acquistati entro la fine del 2015. Nonostante si tratti di un’opzione allettante e conveniente per il proprio portafogli, acquistare casa in Grecia è ad oggi considerato un investimento ad alto rischio a causa della precarietà della situazione macroeconomica.