2015-10-03

Vincent Van Gogh - La camera di Vincent ad Arles

Vincent Van Gogh - La camera di Vincent ad Arles
Bedroom, The
Anno: 1889
Dimensione: 73.6 x 92.3 cm
Luogo: Saint-Rèmy
Locazione: Chicago: The Art Institute of Chicago





Descrizione : Van Gogh descrive quest’opera in due lettere, indirizzate al fratello Theo e a Gauguin. È la sua camera da letto nella casa che ha preso in affitto ad Arles. Una finestra illumina l’ambiente semplice, con pareti color lillà e il pavimento di un rosso consumato dal tempo. L’arredo è composto dal letto, due sedie e un tavolino. Uno specchio è appeso alla parete e un asciugamano penzola da un chiodo. Su un basso appendiabiti, dietro la testiera del letto, sono appese le giacche. Alle pareti ci sono i suoi dipinti, tra i quali si distingue uno dei tanti autoritratti. Linguaggio Segno. Il denso impasto cromatico rende evidenti le pennellate.
Colore: I colori sono carichi e puri, stesi a strati corposi. Usa le tre coppie di colori complementari: rosso e verde, giallo e viola, blu e arancio, a cui aggiunge il bianco e il nero per equilibrare gli accostamenti. Spazio. La costruzione prospettica dello spazio è corretta, ma si crea ugualmente una sensazione di vertigine: le linee del pavimento e del letto sembrano correre all’indietro, risucchiate dal punto di fuga fissato sulla finestra, in basso.



Significato:  Van Gogh scrive che raffigurando la propria stanza, in ordine, con pochi oggetti dipinti con colori puri e contorni marcati, intendeva esprimere la sensazione di «perfetto riposo».

Di questo dipinto esistono altre due versioni, entrambe del 1889, che si trovano una a Parigi, l'altra ad Amsterdam