Post in evidenza

Il cartone animato per bambini più bello del mondo

Sicuramente è uno dei più bei cartoni animati per bambini del mondo. PRESENTAZIONE DI SKINNY E DEL SUO MONDO Skinny è un piccolo del...

2012-11-28

Che cosa è il Fiscal Cliff


Una serie di tagli automatici della spesa pubblica e di incrementi dell’imposizione fiscale che ridisegneranno il budget a stelle e strisce del 2013

Il fiscal cliff, letteralmente "precipizio fiscale", rappresenta alla fine del 2012 una delle più grandi minacce per l’economia degli Stati Uniti e del mondo. Si tratta di una serie di tagli automatici della spesa pubblica e di incrementi dell’imposizione fiscale che ridisegneranno il budget a stelle e strisce del 2013, a meno che il Congresso (ovvero il Parlamento USA) non trovi delle alternative entro la fine dell'anno.
 In un suo report recente il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato riguardo agli Stati Uniti che: "Le dinamiche insostenibili del debito rimangono una preoccupazione di medio termine, ma il pericolo del fiscal cliff, del limite al tetto del debito, e le relative incertezze pongono dei rischi di breve termine fino al punto che l’imprevedibilità del processo politico in corso sull’argomento erode la fiducia nella politica e rischia di riattivare la volatilità dei mercati". Il pericolo è tale che, sempre secondo l’Fmi, il fiscal cliff potrebbe riportare gli Stati Uniti in recessione. Della stessa opinione il Congressional Budget Office (CBO), un ufficio analisi al servizio del Congresso, che in un suo rapporto ha sottolineato che la stretta fiscale conseguente al fiscal cliff "porterebbe a condizioni economiche nel 2013 che probabilmente saranno definite di recessione, con un Pil reale in calo dello 0,5% fra il quarto trimestre del 2012 e il quarto trimestre del 2013 e tassi di disoccupazione in crescita fino al 9% nella seconda metà del 2013".


Secondo diversi studi, il fiscal cliff potrebbe portare da un anno all’altro le imposte a salire del 19,6% e si tradurrebbe in un aggravio dell’imposizione fiscale media di circa 3.500 dollari per ogni famiglia americana con conseguente pressione sui consumi USA. Gli sgravi a favore dei ceti più elevati messi in campo da Bush e diverse riforme istituite da Obama verrebbero meno (fra questi il Tax Relief, l’Unemployment Insurance Reauthorization, il Job Creation Act del 2010) si avrebbero riduzioni notevoli anche nei servizi sociali colpiti dai forti tagli della spesa pubblica che colpirebbero un po’ tutto il bilancio di Washington, dalle armi alle scuole.
I tagli automatici della spesa pubblica decisi dopo il downgrade da parte Standard&Poor’s e fissati per evitare che l’innalzamento al tetto del debito Usa mandasse fuori controllo il budget si potrebbero tradurre nei prossimi 10 anni in una sforbiciata da 1.200 miliardi di dollari. Soltanto nel 2013 è previsto tra incrementi delle tasse e taglio delle spese un impatto sui conti pubblici Usa di 500-600 miliardi di dollari, circa il 4% del Pil degli Stati Uniti.
Per tutti questi motivi gli osservatori internazionali guardano con crescente attenzione all’evolversi del dibattito economico negli Stati Uniti e da tempo chiedono al Congresso USA un rapido intervento che scongiuri lo scatto dei tagli automatici. Il dibattito politico che contrappone in vista delle elezioni del 6 novembre 2012 il democratico Barack Obama al repubblicano Mitt Romney ha però ignorato diverse volte la spada di Damocle del "precipizio fiscale", lasciando ipotizzare che solo dopo le elezioni si possa avere una soluzione. Un articolo del The New York Times del 9 ottobre 2012 sostiene che Obama, in caso di vittoria, non estenderà ulteriormente il taglio delle imposte per i ricchi voluto da Bush e manterrà incentivi fiscali per le famiglie con reddito sotto i 250 mila dollari. Anche sotto la sua presidenza tagli alla spesa sociale rimangono molto probabili. La posizione di Romney, in caso di elezione, appare più articolata: l’insediamento il 20 gennaio complica le cose, ma il leader repubblicano ha dichiarato che non consentirà lo scatto dei tagli automatici della spesa.


2012-11-25

I benefici dell'aglio

Aglio: Proprietà e Benefici


L'aglio ( Allium sativum ) appartiene alla famiglia delle Liliacee, vegetali che nella maggior parte presentano un bulbo, il quale altro non è che un breve fusto modificato. Pochi ortaggi come l'aglio possono vantare un numero di proprietà alimentari e benefici salutari così alti da farne un vegetale preziosissimo. Apprezzato fin dall'antichità per il suo singolare aroma, con il passare del tempo la sua fama si arricchì di tali e tanti attributi terapeutici al punto di essere frequentemente impiegato per guarire, e soprattutto prevenire, diversi tipi di disturbi e addirittura epidemie. I soldati romani, per esempio, consumavano enormi quantità di aglio in quanto lo ritenevano in grado di depurare e fortificare il corpo.

Il prezioso bulbo dell'aglio contiene circa 400  differenti componenti curative dell'organismo umano.  Oltre a oligoelementi e sali minerali, l'aglio contiene vitamina A, B1, B2, PP e C. Le sue proprietà più importanti dipendono però da un'essenza solfurea presente nel bulbo, della quale il principio attivo è l'allicina che detiene un forte potere antisettico. I bulbi freschi di aglio contengono dallo 0,1 allo 0,4 di olio essenziale dove, oltre alle sostanze fin qui citate, sono presenti altri composti dello zolfo, nonchè sostanze ormonali.

Proprietà Curative e Benefici dell'Aglio


L'aglio agisce innanzitutto come efficace antisettico e battericida, distrugge i microbi e i batteri e ne impedisce la proliferazione. E' uno degli antiossidanti più efficaci che vi sia in natura, protegge quindi le cellule del nostro organismo da un precoce invecchiamento nonchè  dal deterioramento e conseguenti malattie.
Molto importani i benefici che l'aglio arreca al cuore e al sistema circolatorio; grazie alle sue proprietà tonificanti ed equilibranti, rinforza il tono muscolare del cuore e rendendo più fluido il sangue, oltre che a svolgere un'azione depurativa, contribuisce in modo determinante alla pulizia delle arterie e all'allontanamento delle patologie ad esse legate. Contrariamente a quanto molti credono, l'aglio ha anche proprietà digestive ed è in grado di apportare enormi benefici nella lotta contro i parassiti intestinali.

Uno studio recente, svolto in Cina ed in Usa, suggerisce che l'aglio, utilizzato regolarmente nella dieta, può avere effetti protettivi nei confronti del cancro e, oltre a questo, possiede proprietà uniche che sono in grado di inibire, ritardare o addirittura invertire il processo di cancerosi umana. I risultati di questi esperimenti sono stati presentati al simposio internazionale sulle "Nuove frontiere in ematologia e oncologia".

L'Aglio in tavola
E' importante rendere chiaro un concetto: molti sono i composti o le pastiglie che il progresso ci presenta al fine di evitare gli effetti olfattivi dovuti al consumo di aglio.L'aglio, affinchè mantenga inalterate le proprietà curative ed espleti i propri benefici sull'organismo umano, deve essere consumato crudo; se proprio siamo infastiditi dall'odore che ne consegue possiamo ricorrere al rimedio sempre valido della "nonna" che consiste nel masticare lentamente due chicchi di caffè torrefatto.

L'Aglio crudo

Via libera quindi all'aglio in tavola, crudo, spremuto sulle insalate o tritato insieme a qualche foglia di prezzemolo; ottimo sfregato sulle fette di pane casereccio con un sottile velo di olio extra vergine di oliva. A voler vedere i suoi usi sono infiniti, penso che l'unico limite sia rappresentato dalla fantasia di chi lo prepara.
Chi è convinto di non poter sopportare o digerire l'aglio potrebbe cominciare con dosi piccolissime per poi aumentare piano piano la quantità, è un metodo collaudato che funziona, basta solo volerlo.

Aglio, Olio e Peperoncino


Per i veri amanti dell'aglio suggerisco questa ricetta aglio, olio e peperoncino che prevede l'utilizzo e il mantenimento dell'aglio crudo, onde mantenerne intatte le proprietà e i benefici, oltre che al gusto.
Ingedienti per una persona:
100 g di pasta ( spaghetti o bavette), due spicchi d'aglio, due cucchiai di olio extra vergine di oliva, prezzemolo, peperoncino secco.
Preparazione: Supposto che tutti sappiano come far cuocere la pasta, qui di seguito vi spiego la preparazione del condimento aglio-olio-peperoncino che deve essere ultimato prima che la pasta termini la cottura.
Munirsi di una piccola padella e versarvi i due cucchiai di olio extravergine, prendere i due spicchi d'aglio, pulirli, ed affettarli in cubetti piccolissimi oppure spremerli con lo spremi aglio ( personalmente preferisco i cubetti ).
Accendere il fuoco sotto alla padella con l'olio e quindi aggiungere l'aglio appena tagliato (o spremuto), un po' di pezzettini di peperoncino secco ( a seconda dei vostri gusti, ma è sempre meglio non esagerare). IMPORTANTE: non appena vedrete le prime bollicine di cottura attorno all'aglio spegnete immediatamente il fuoco in modo da lasciare l'aglio crudo e l'olio insaporito dal suo gusto. Non appena la pasta sarà cotta, versatela nella padella con l'aglio, aggiungete il prezzemolo tritato (q.b.), riaccendete il fuoco a fiamma bassissima e mescolate per un paio di minuti. Buon appetito!

I benefici del mango


La pianta del mango è originaria dell'Asia dove pare sia stato coltivato già 4.000 anni fa; oggi il mango è coltivato in quasi tutti i paesi tropicali ed è reperibile durante tutto l'anno; di forma ovale ed allungata il mango può arrivare a pesare fino ad un chilogrammo. La buccia può essere rossa, gialla, verde o di un colore che li racchiude tutti e tre questi colori, la polpa è di color giallo arancio.

La nazione maggior produttrice di mango è l'Asia, l'India in particolare detiene il primato di maggior produttore. Le varietà di mango più conosciute sono: Haden, Keitt, Tommy Atkins e Kent, ma ne esistono moltissime e pare che in India ne siano state catalogate circa 400 specie.


Il mango è composto per circa l' 81 % da acqua, proteine allo 0,5%, carboidrati 17%, fibre alimentari, minerali e zuccheri per il 15%; tra i minerali troviamo il calcio, il sodio, il fosforo, il ferro, il magnesio, il potassio, il rame e lo zinco. Altissima la presenza di vitamine, in particolare la vitamina A il cui fabbisogno giornaliero del nostro organismo sarebbe soddisfatto dal consumo di un mango intero.
Oltre alla vitamina A troviamo quasi tutte le vitamine del gruppo B, la vitamina C, D, E, K e J. Anche gli aminoacidi sono ben rappresentati, tra i più importanti annoveriamo l'arginina, la lisinal'acido aspartico, la leucina e la serina.

Proprietà e Benefici del Mango

Recenti studi scientifici hanno dimostrato che il mango è in possesso di proprietà antitumorali, questo grazie alla presenza di una sostanza antiossidante chiamata "lupeol", il cui effetto benefico pare si esplichi soprattutto nei confronti del pancreas. Grazie al suo alto contenuto di sostanze oligominerali il mango è un frutto con proprietà leggermente lassative e diuretiche; rappresenta quindi un alimento molto adatto per chi ha problemi di stitichezza e di ritenzione idrica.

Col mango è anche possibile curare tossi e raffreddori facendone bollire la sua buccia nell'acqua per berla una volta tiepida tre volte al giorno per una settimana. Sempre grazie alle proprietà delle sostanze in esso contenute il mango rappresenta anche un ottimo ricostituente in caso di convalescenza o periodi di grande stress fisico.

Studi sulle proprietà antitumorali del Mango


Secondo recenti studi condotti per conto della Texas Agrilife Research Food sono stati studiati gli effetti degli estratti di polifenoili del mango su alcune cellule tumorali in vitro; le cellule prese in considerazione erano di tumori riguardanti i polmoni, prostata, colon, leucemia e seno. Tutte le cellule malate si sono dimostrate sensibili agli estratti di mango, in particolar modo le cellule tumorali riguardanti il colon ed il seno.
Se gli esperimenti in corso continueranno a dare esiti positivi potrebbero aprirsi nuove frontiere nella lotta ai tumori.

Mango e calorie

Il suo valore calorico è basso, infatti ogni 100 gr. di polpa abbiamo una resa calorica pari a 55 calorie circa.