Post in evidenza

Il cartone animato per bambini più bello del mondo

Sicuramente è uno dei più bei cartoni animati per bambini del mondo. PRESENTAZIONE DI SKINNY E DEL SUO MONDO Skinny è un piccolo del...

2012-03-13

Fare da soli il sapone naturale

Qual'e' il primo errore che si fa quando ci compra un sapone ? Lo scegliamo in base alla confezione piacente  o per il suo profumo , non facciamo caso alla cosa piu' importante e cioe' una analisi dei principi attivi contenuti.
Partiamo quindi dal fatto principale: è meglio utilizzare un sapone naturale, non un sapone di produzione industriale. Già così, evitanto coloranti, conservanti, acidi e derivati della raffinazione del petrolio, si ha una pelle migliore, più equilibrata perchè rispettata.
Il sapone naturale è fatto principalmente di oli e di grassi che vengono trasformati in sale sodico e in glicerina grazie all'azione della soda caustica, diluita in acqua oppure olio di cocco. La soda, o idrossido di sodio, è un materiale alcalino piuttosto reattivo,
che va sempre maneggiato con cautela quando si fa il sapone in casa, ma durante la reazione con i grassi si neutralizza e sparisce rendendo il sapone naturale un prodotto assolutamente atossico e ipoallergenico. In pratica: non si può fare il sapone senza la soda, ma nessun sapone naturale finito la contiene. Deve però essere indicata nella composizione.
L'ingrediente fondamentale del processo di saponificazione per il sapone naturale sono i grassi e gli oli che vengono scelti in base alle loro proprietà emollienti, nutrienti o ristrutturanti. I liquidi oleosi e i burri vengono estratti dai semi delle piante, mentre le profumazioni si aggiungono utilizzando oli essenziali naturali.
FARE IL SAPONE NATURALE IN CASA è più facile di quanto si pensi, è una cosa veramente alla portata di chiunque disponga di cucina e fornello. Ci sono poche guide in commercio, una veramente completa con tutti i dettagli e le ricette per chi comincia e chi già lo fa è "IL MIO SAPONE NATURALE. Metodi, ingredienti e ricette" della FAG. Si trova in molte librerie, sul sito della casa editrice FAG e anche su ebay.


Per fare il sapone naturale si usano grassi e oli, scelti a seconda delle loro funzioni: l'olio di cocco fa sì che il sapone abbia una bella schiuma, l'olio di palma dà durevolezza, l'olio di oliva li fa sembrare più luminosi, il burro di karitè rende i composti secchi più grassi e così via. Il liquido nel quale viene diluita la soda caustica è nella maggior parte dei casi l'acqua, ma si possono utilizzare anche succhi di frutta, infusi d'erbe oppure, con un procedimento più complesso per esperti, il latte intero.

COMPRARE IL SAPONE NATURALE. Comprare da un saponificio artigiano è senz'altro il metodo più affidabile. Ne esistono molti piccoli in giro per l'Italia e spesso i loro prodotti sono in vendita anche online. Per orientarsi nella scelta del sapone più adatto alla propria pelle, bisogna leggere attentamente le indicazioni del produttore. Esistono infatti saponi naturali all'aloe che sono adatti per pelli delicate e altri sempre all'aloe più adatti per pelli grasse. DIPENDE ANCHE DALLA MISCELA UTILIZZATA DAL SAPONIFICATORE, NON SEMPRE DAL NOME DEL PRINCIPIO ATTIVO.

IMPORTANTE: QUANDO SI COMPRA IL SAPONE NATURALE, RICORDARSI SEMPRE DI CONTROLLARE:
  • Composizione: sulla confezione devono essere indicati chiaramente gli ingredienti, compresa sodio, glicerina ecc.
  • Scadenza: anche i saponi naturali hanno una scadenza, che deve essere riportata come per tutti i cosmetici
  • Principio attivo: che sia aloe, oppure burro di karité o jojoba deve essere indicato come principio attivo, NON COME PROFUMAZIONE. Facciamo un esempio: sapone all'aloe. Se "aloe" compare nella composizione, allora è un principio attivo. Se invece compare solo nel nome del sapone, è una profumazione e non avrete nessun beneficio dall'aloe.
  • Nome e luogo di produzione: è indice di serietà che il sapone riporti i dati di dove e da chi è stato prodotto. In alcuni casi, i venditori  si dimenticano di scriverlo, dandolo per scontato. Chiedete.
  • Confezione: è verissimo che il sapone al taglio ci dà una bella impressione di naturale e erboristico ma è anche vero che qualsiasi sapone deve essere conservato confezionato e uscire dal negozio confezionato dopo il taglio, altrimenti si altera. I venditori seri lo incartano ermeticamente e vi informano su quanto potete tenerlo nel pacchetto.